Project Description

Alfons Maria Mucha
(Ivančice 1860 – Praga 1939)

Figure decorative, Tavola 26, 1905

Litografia
misure: mm 455 x 330

Pittore, scultore e illustratore protagonista dell’Art Nouveau. Precoce disegnatore, lavora prima a Vienna per un’importante compagnia teatrale, poi a Mikulov come ritrattista. Qui il conte Belasi lo incarica di decorare le sue dimore e diventa suo mecenate, Mucha riesce così a frequentare l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Prosegue gli studi a Parigi all’Accademia Julian e presso l’Académie Colarossi entrando in contatto con artisti quali Gauguin, Claudel, Collin. Nel 1889 inizia a lavorare come illustratore per riviste e manifesti pubblicitari. Henri Boullerier, direttore del settimanale Le Petit Français Illustré, lo assume regolarmente. Artista ormai già riconosciuto nel 1894 realizza per il dramma Gismonda di Victorien Sardou un manifesto che cambia radicalmente la sua vita. Infatti l’attrice Sarah Bernhardt, grazie al manifesto, diviene un’icona pubblica e decide di stipulare un contratto di sei anni con Mucha. Con altre sei locandine agli occhi del pubblico entrambi gli artisti diventano protagonisti assoluti dell’Art Nouveau.

Tavola n 26 tratta da Figures decoratives par A M Mucha, Parigi, Emil Levy editeur, 1905. Album di quaranta litografie che riproducono altrettanti disegni dell’autore.

Impressione fresca e in ottimo stato di conservazione. Montata in cornice dorata a motivo vegetale d’epoca.

Prezzo: € 350,00 (0130424)