Project Description

Benigno Bossi
(Arcisate 1727 – Parma 1792)

Vaso con farfalle

Acquaforte
misure: mm 223 x 170

Pittore, stuccatore e incisore italiano. Figlio di Pietro Luigi, importante stuccatore seguì il padre in  Germania e apprese da lui l’arte dello stucco e fu suo collaboratore. Qui si interessò e studio l’incisione soprattutto ad acquaforte e acquatinta. A causa della guerra dei Sette anni Bossi tornò in Italia, a Parma dove iniziò una fortunata collaborazione con Petitot (Lione 1727 – Marore 1801) architetto francese che nel 1753 fu chiamato alla corte francese di Parma. Nel 1746 Bossi incise su suoi disegni la Suite des vases tirée du cabinet de M. du Tillot e realizzò vari stucchi sia per la Corte che per l’architetto stesso. L’attività di incisore fu sicuramente quella in cui Bossi mise anima e mente, raggiunse livelli altissimi e molte delle sue opere furono dedicate e ispirate da Parmigianino.

Questa stampa è la numero 7 come indicato dal numero inciso in alto a destra ed è tratta da un disegno di Petitot per la serie Suite des vases… 1746. Petitot fu un grande maestro dell’ornamentalismo del XVIII e questa serie che propone vasi di pura invenzione ornamentale ne è la prova. In questa tavola viene rappresentata un’urna in stile neoclassico con modanature sul corpo e un coperchio liscio con presa a pigna. I contrasti chiaroscurali enfatizzano l’andamento ondulatorio della decorazione e ai lati. A mo di manici, vengono raffigurate due creature di invenzione simili a cavallette. In basso a destra inciso “B f.”.

Impressione eccellente. Ottimo stato di conservazione. Ampi margini oltre la battuta del rame.

Prezzo: € 150,00