Project Description

Emilio Scanavino
(Genova 1922 – Milano 1986)

Senza titolo

Lito-Serigrafia a colori
misure: cm 100 x 69,5

Pittore e scultore italiano. La sua prima formazione avviene al Liceo Artistico di Genova. Diplomatosi nel 1942 inaugura la sua prima mostra personale alla Galleria Romano di Genova. Nel 1943 si iscrive a Milano alla Facoltà di Architettura, ma abbandona gli studi a causa dello scoppio della  Seconda Guerra Mondiale. Tra il 1945-47 si dedica completamente alla pittura, rientrato a Milano frequenta gli artisti che gravitavano in Brera, in particolare stringe amicizia con Lucio Fontana (Rosario 1899 – Comabbio 1968) e Piero Manzoni (Soncino 1933 – Milano 1963). Si reca a Parigi per conoscere la scuola impressionista e tutte le avanguardie di primo novecento, e comincia una ricerca artistica caratterizzata da una reinterpretazione del post-cubismo. Espone alla XXV Biennale di Venezia e nel 1950 riceve il Primo Premio alla V Mostra regionale genovese. Nel ’51 vive per un periodo a Londra, in occasione della personale presso l’Apollinaire Gallery conosce Francis Bacon (Dublino 1909 – Madrid 1992) il quale influenzerà il suo modus operandi. I suoi lavori si avvicinano all’Astrattismo Informale in cui tutto il suo io interiore viene rappresentato spesso attraverso forme inquietanti e cariche di pathos.

L’inquietudine e l’astrattismo dell’artista trovano una tipica sintesi in questa serigrafia intensa e graffiante. Bianco, nero e rosso sono i colori cardine che compongono l’immagine. Un triangolo rosso emerge da una coltre scura graffiata dal tipico segno simile ad un fil di ferro piegato. Al verso firma a matita e timbro che indica la tiratura a 100 esemplari. Esemplare n.38.

Ottimo stato di conservazione, eccetto una piccola piega all’angolo inferiore sinistro.

Prezzo: € 600,00