Project Description

Emilio Scanavino
(Genova 1922 – Milano 1986)

Tramatura in rosso

Serigrafia a colori
misure: cm 100 x 70

Pittore e scultore italiano. La sua prima formazione avviene al Liceo Artistico di Genova. Diplomatosi nel 1942 inaugura la sua prima mostra personale alla Galleria Romano di Genova. Nel 1943 si iscrive a Milano alla Facoltà di Architettura, ma abbandona gli studi a causa dello scoppio della  Seconda Guerra Mondiale. Tra il 1945-47 si dedica completamente alla pittura, rientrato a Milano frequenta gli artisti che gravitavano in Brera, in particolare stringe amicizia con Lucio Fontana (Rosario 1899 – Comabbio 1968) e Piero Manzoni (Soncino 1933 – Milano 1963). Si reca a Parigi per conoscere la scuola impressionista e tutte le avanguardie di primo novecento, e comincia una ricerca artistica caratterizzata da una reinterpretazione del post-cubismo. Espone alla XXV Biennale di Venezia e nel 1950 riceve il Primo Premio alla V Mostra regionale genovese. Nel ’51 vive per un periodo a Londra, in occasione della personale presso l’Apollinaire Gallery conosce Francis Bacon (Dublino 1909 – Madrid 1992) il quale influenzerà il suo modus operandi. I suoi lavori si avvicinano all’Astrattismo Informale in cui tutto il suo io interiore viene rappresentato spesso attraverso forme inquietanti e cariche di pathos.

In questa stampa dal fondo rosso/violaceo si staglia una struttura piramidale costruita mediante il suo modus operandi dal tipico segno, simile a una corda o un fil di ferro avvolto su se stesso. Il segno netto di colore bianco sembra stia andando in frantumi, come se si stesse sgretolando sotto gli occhi dello spettatore. Una certa sensazione di inquietudine accentuata dalla forte scelta cromatica. Al verso timbro con tiratura a 100 esemplari e firma a matita.

Ottimo stato di conservazione.

Prezzo: € 900,00