This Is A Custom Widget

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.

This Is A Custom Widget

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.

This Is A Custom Widget

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.

This Is A Custom Widget

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.
­

Project Description

Giorgio Ghisi
(Mantova 1520 – Mantova 1582)

Angelica e Medoro. 1570 ca.

Bulino
misure: mm 295×208 (lastra) mm 298×212 (foglio)

Citato nei documenti storici anche come Giorgio Mantovano, è tra i più importanti incisori italiani. Viaggiò molto e, seppur non esista alcuna notizia certa, pare che si sia formato sotto l’influenza di Giulio Romano. Ma è Giovan Battista Scultori, pittore manierista e incisore, anch’egli formatosi sotto la guida di Giulio Romano, a indirizzarlo verso l’attività incisoria. Dopo aver presentato le sue lastre ad Antonio Lafreri pubblica con lui la Morte di Procri e i rami tratti dallo Scultori. È documentato anche ad Anversa dove collabora con l’editore Hieronymus Cock che lo porterà a conoscere i maggiori artisti d’oltralpe. Del 1561 è il bulino Sogno di Raffaello, considerato il suo capolavoro.

L’incisione proviene da un’opera perduta del fratello Teodoro Ghisi, un tempo conservata in una collezione privata di Amsterdam, e nasce molto probabilmente in concomitanza con Venere e Adone (Bartsch, 42). L’illustrazione, tratta da una scena descritta nell’Orlando furioso di Ludovico Ariosto (canto XIX, ottave 33-37, canto XXIII, ottave 102-103) mostra la bella Angelica innamorata di Medoro mentre scrive sulla corteccia dell’albero i loro nomi. Ogni dettaglio è realizzato con estrema cura, il chiaroscuro è vibrante con contrasti nitidi. Nel foglio in basso a sinistra è visibile la sigla “GMAF” con le due ultime lettere sovrapposte, a destra si trova invece il cartiglio con “Teodoro/ghisi in.” e sotto l’indirizzo del Lafreri (1512 -1577).

L’impressione è ottima, II stato su IV, con l’indirizzo di Antonio Lafreri. I margini sono sottili su tre lati mentre sul lato sinistro il foglio risulta rifilato. Carta con filigrana “agnello pasquale con stendardo in cerchio singolo” (Briquet 50 – Roma 1535-64). Ottimo stato di conservazione.

Bibliografia: A.v. Bartsch, Peintres ou dessinateurs italiens. Maitres du dix-septième siècles (troisième partie), v. XV, Leipzig 1870, p. 410 n. 62; Boorsch, J. Spike, Italian Artists of the Sixteenth Century, v. XXXI, New York 1986, p. 135 n.62; L’opera incisa di Giorgio Ghisi, a cura di P. Bellini, Bassano del Grappa 1998, pp. 147-149 n.32 The engravings of Giorgio Ghisi (catal.), a cura di M. Lewis – R.E. Lewis, con introduzione di S. Boorsch, The Metropolitan Museum of Art, New York 1985, pp. 149-150 n. 43

Prezzo: € 3000,00