Project Description

Vico Calabrò
(Belluno 1938 – Coldogno)

Feltre, Piazza Maggiore, 1971

Penna
misure: mm 240 x 330

Pittore, frescante e incisore italiano. Dopo gli studi scientifici, dal 1961 si dedica alla pittura grazie al maestro Bruno Saetti (Bologna 1902 – Bologna 1984) e grazie a diversi viaggi nelle città italiane durante i quali studia Giotto, Masaccio ma anche l’arte etrusca e i mosaici di Monreale. Nel 1964 si trasferisce in Spagna avvicinandosi all’opera di Goya e di Picasso e l’anno successivo a Parigi. Collabora con riviste e periodici e illustra libri per scrittori contemporanei. Si avvicina all’incisione presso la stamperia d’arte Busato di Venezia; qui oltre a stingere amicizia con diversi artisti quali Ernesto Treccani (Milano 1920 – Milano 2009), Gina Roma (Vazzola 1914 – Fratta 2005), Giorgio Celiberti (Udine 1929) produce diverse litografie. Dal 1974 si dedica principalmente alla pittura a fresco realizzando dipinti murali, pubblici e privati sia in Italia che all’estero.

In questo foglio vediamo rappresentato uno scorcio della Piazza Maggiore a Feltre. L’opera appartiene probabilmente agli studi che l’artista esegue nel 1971 quando viene chiamato a illustrare scorci della città. Attraverso un tratto a penna rapido ma puntuale, quasi una sorta di bozzetto, mostra allo spettatore la Torre del Campanon e gli edifici che la affiancano. Tutto è descritto con una sorta di sguardo che abbraccia l’insieme, delicatamente suggerisce le forme e i volumi insistendo su alcuni dettagli. La vegetazione, i profili delle case, la scalinata che porta alla chiesa dei Santi Rocco e Sebastiano e la statua sull’estrema destra in basso di Panfilo Castaldi  (Feltre, ca. 1430 – Zara 1487) primo tipografo italiano e co-inventore con Gutenberg della stampa a caratteri mobili. Firma e data, VII 71, in basso a destra.

Ottimo stato di conservazione, eccetto minimo ingiallimento del foglio.

Prezzo: € 200,00