Project Description

Aldo Salvadori
(Milano 1905 – Bergamo 2002)

Ragazza in un interno

Matita
misure: mm 530 x 330

Illustratore, pittore e docente formatosi presso l’Istituto d’Arte di Firenze. Nella città toscana perfeziona la formazione visitando mostre e Gallerie assimilando così l’insegnamento degli artisti rinascimentali. Attraverso lo studio e la copia dal vivo matura un suo modus operandi, uno stile caratterizzato da sobrietà e compostezza nelle forme e nelle proporzioni. Viaggia tra l’Italia e Parigi e si confronta con la lezione degli Impressionisti. Dal 1930 al ’56 partecipa alle Biennali di Venezia e tra il ’31 e il 1963 alle Quadriennali di Roma. Insegna in diverse scuole quali l’Istituto d’arte di Padova, l’Istituto Superiore delle Arti Decorative della Villa Reale di Monza, e a Milano presso la Scuola libera del Nudo dell’Accademia di Brera.

Nel foglio la figura elegante e composta di una donna è colta di profilo sinistro. È seduta in un interno su una sedia, si può notare lo schienale, un semplice vestito con una fila di bottoni sul davanti, le dita intrecciate. Il viso dai tratti severi è impreziosito da un grande orecchino scuro, i capelli raccolti. Pochi segni descrivono la figura, nell’inconfondibile stile dell’autore. Il segno evanescente conferisce un’aura di enigmatico mistero all’espressione della donna. Trapela un debito intellettuale ai canoni estetici di Amedeo Modigliani. In basso a destra a matita: Salvadori 53. L’opera è stata esposta alla 52ª Biennale di Verona. Al verso del cartone di supporto si conserva etichetta d’epoca dal quale si evince il titolo parzialmente leggibile: ragazza..

Disegno eseguito su carta spessa vergellata. Ottimo stato di conservazione, eccetto leggero ingiallimento in corrispondenza del vecchio passepartout.

Prezzo: € 750,00