Project Description

Antoine-Louis Barye
(Parig 1796 – Parigi 1875)

Leone della Colonna di Luglio. (progetto)

Bronzo
misure: cm 20,5 x 41,5

Pittore e scultore francese, ereditò la passione per l’arte e soprattutto per la scultura dal padre orefice. Si formò con lo scultore François Joseph Bosio (Principato di Monaco 1768 – Parigi 1845)  e il pittore Antoine-Jean Gros (Parigi 1771 – Parigi 1835) e nel 1818 fu ammesso alla École des Beaux-Arts. I suoi primi lavori non attirarono l’interesse del pubblico o della critica ma nel 1831 egli scoprì la sua vera vocazione e si fece notare con Tigre divorante un coccodrillo e successivamente con la scultura Leone e serpente. Attraverso un attento studio stilistico ma anche scientifico sull’animale, tutta la potenza della natura la bramosia della carne, dell’attacco vengono imprigionate nel bronzo. Realizzò opere su piccola scala dove imprigiona la naturalezza dell’animale, ma viene ricordato anche per opere di grandi dimensioni come il Leone della Colonne de Juillet, 1836.

L’animale si staglia dal fondo, con tutta la sua regalità e la sua potenza. L’artista indaga la posa, la criniera e la muscolatura. Fusione postuma probabilmente di Brame, 1890 circa. Il leone è il modello che Barye pone sul basamento della Colonna di Luglio in Place de la Bastille a Parigi. La colonna fu eretta in memoria della Rivoluzione di Luglio del 1830 e fu scelto il leone perché segno zodiacale del mese di luglio.
Diversamente dalla fusione finale dietro al leone non si vede la striscia con le stelle. In basso a destra firma incisa.

Bibliografia: Poletti-Richarme, n A217.

VENDUTA