Project Description

Edgard Chahine
(Vienna 1874 – Parigi 1947)

La laguna, 1923

Puntasecca
misure: mm 218 x 357; foglio mm 310 x 485

Pittore e incisore francese di origine armena. La sua prima formazione, fino ai diciotto anni, avviene ad Istanbul. Grazie alle sue spiccate doti artistiche alcuni professori lo incoraggiano a partire per l’Italia per formarsi in un bacino artistico più ampio. Arriva così a Venezia, dove alloggia dai padri Mechitaristi armeni e frequenta l’Accademia di Belle arti, con lo scultore Antonio dal Zotto e il pittore Antonio Paoletti. Successivamente nel 1895 si trasferisce a Parigi entrando a far parte del gruppo di artisti che gravitano intorno l’Académie Julian come Duchamp, Villon, Vuillard e Matisse. L’esperienza parigina, lo studio con i fratelli Jean-Pierre e Paul Albert Laurens e con Benjamin Constant, pittore orientalista e incisore, fanno si che egli abbandoni progressivamente la pittura per dedicarsi all’incisione. Nel giro di pochi anni diventerà uno degli incisori più alla moda di Parigi. Vince una medaglia d’oro all’Esposizione Universale di Parigi del 1900 e una alla Biennale di Venezia del 1903. Il suo corpus è formato da circa ottocento incisioni e trecento dipinti.

L’amore per l’Italia e soprattutto per Venezia viene tradotto in questa suggestiva veduta avvolta da una tonalità soffusa. Cielo e l’acqua lagunare sono tracciati nel medesimo modo con un tratto profondo a puntasecca. Sullo sfondo i profili della città, ben visibile è Piazza San Marco, delineano la linea di orizzonte mentre alcune gondole e piccole imbarcazioni si muovono come sospese sulle acque increspate. A matita, oltre l’inciso, titolo “La laguna Venezia” e la firma “Edgar Chahine 92/100”.

Impressione eccellente, dai toni intensi. Ottimo stato di conservazione. Ampi margini oltre la battuta del rame.

Bibliografia: M.R. Tabanelli, Edgar Chahine, catalogue de l’oeuvre grave, Milano, Il Mercante di stampe, 1978, n. 381 .

Prezzo: RISERVATO