Project Description

Francesco Salvatore Fontebasso
(Venezia 1707 – Venezia 1769)

Nove figure presso un erma di Pan, 1744

Acquaforte
misure: mm 265 x 375

Pittore e incisore italiano. Si forma nella bottega di Sebastiano Ricci, nel Nel 1728 si trasferisce a Roma e prima di tornare a Venezia transita per Bologna. Grazie a questi viaggi, le sue opere migliori sono costruite attraverso un linguaggio personale che vede la fusione dell’insegnamento riccesco, caratterizzato da un colore luminoso steso attraverso una pennellata ricca, con la lezione romano-bolognese che lo arricchisce sia dal punto di vista classicheggiante che da  quello architettonico-prospettico. Inoltre il desiderio di avvicinarsi alle novità del Tiepolo spinse l’autore alla ricerca di visioni spaziali di aerea leggerezza su cui comunque prevarrà la viva percezione delle forme e della materia. L’artista fu protagonista della stagione Rococò veneziana. Oltre a realizzare tele e affreschi spesso con temi religiosi, egli si cimenta anche nel campo dell’acquaforte. Le incisioni di Fontebasso sono di estrema rarità; la sua produzione grafica è limitata a una decina di soggetti, come la serie Varii Baccanali et Istorie inventate et incise in rame…, edite a Venezia nel 1744.
Questo soggetto deriva proprio dalla serie “Varii Baccanali...”, serie di otto incisioni non firmate.
Impressione eccellente, nitidi contrasti chiaroscurali, su carta vergellata coeva. Esemplare rifilato lungo o poco oltre l’impronta della lastra. Tracce di usura nei margini e piega centrale verticale che non influisce sulla lettura dell’opera. Buono stato di conservazione.
Stato: unico.

Bibliografia: De Vesme 1906 10; P.A. Orlandi, Abcedario pittorico, Venezia 1753, p. 189.

Prezzo:  € 850,00