Project Description

Giuseppe Ciotti
(Udine 1898 – Roma 1991)

Donna nuda di spalle, 1949

Inchiostro nero
misure: mm 420 x 296

Pittore, illustratore e disegnatore di medaglie e bassorilievi. Fu un artista poliedrico che durante la guerra formò una serie di collage che lo avvicinarono al movimento Futurista e al linguaggio di Giacomo Balla. Dal 1927 si trasferì a Roma e qui avvenne l’incontro con il noto mecenate Alfred Wilhelm Strohl Fern, aderì al linguaggio del Novecento e fu uno dei protagonisti del Gruppo di villa Strohl Fern. A roma conobbe alcuni artisti quali Giorgio De Chirico, Carlo Levi, Cipiriano Efisio Oppo e Francesco Trombadori. Incontri e amicizie importanti che avvicinarono sempre più Ciotti a concepire la pittura come ricerca del vero con uno sguardo fedele alla grande tradizione classica italiana. Particolarmente versato nella tecnica dell’affresco lavora a partire dagli anni Trenta in edifici pubblici e chiese.

In questo disegno vediamo una rappresentazione molto intima di una donna di spalle. Come in un fermo immagine l’artista coglie un momento privato, non privo di altezzosa malizia, che si fa condivisa. La donna è di spalle, seduta, l’abito è scivolato lasciando la schiena e le braccia scoperte. Il volto è girato all’indietro, lo sguardo in tralice cerca l’attenzione dell’osservatore per accennare un dialogo. Capelli mossi e raccolti, occhi grandi, naso alla francese e bocca carnosa leggermente nascosta dalla spalla. L’artista attraverso le sole linee di contorno restituisce un ritratto dal vero, sensuale di questa donna che attira lo sguardo dello spettatore e lo coinvolge nella sua intimità.

Ottimo stato di conservazione. In basso al centro a penna blu:  “GCiotti 1946”, in basso a destra “a Crespi/in amicizia/31 X 1949”.

Bibliografia: https://www.dizionariobiograficodeifriulani.it/ciotti-giuseppe

RISERVATO