Project Description

Lambert Zutman, detto Suavius
(Liegi 1510 – Francoforte 1567)

Gesù Cristo, 1548

Bulino
misure: mm 195 x 91

Pittore, incisore, architetto e tipografo. Poco sappiamo riguardo la sua formazione artistica, figlio o nipote dell’orafo della cattedrale di Liegi, iniziò gli studi presso il cognato, il pittore Lambert Lombard (Liegi 1506 – 1566) e si specializzò nel bulino ma utilizzò anche l’acquaforte e la puntasecca. Si ricorda il prestigioso contratto eseguito ne 1553 con il famoso stampatore ed editore Christophe Plantin (Saint-Avertin, 1520 – Anversa, 1589) per l’esclusiva nella commercializzazione della sua serie di Cristo e gli apostoli incisa fra il 1545 e 1548. Eseguì anche una serie di vedute di Roma e una serie di Imperatori dell’epoca classica. Le sue opere sono caratterizzate da un tratto fine e raffinato, le figure allungate sono una sua caratteristica mutuata del gusto manierista. La presenza di rovine nelle sue composizioni nasce dalla sua passione per le antichità coltivata grazie al viaggio in Italia compiuto intono al 1540-50.

In questa stampa, numero 12 dalla serie Cristo e gli Apostoli, viene rappresentato Gesù Cristo. Egli viene raffigurato in posa stante, sopra un piedistallo con scritta in ebraico che pare sorretto da due putti. Gesù è avvolto in una toga riccamente panneggiata, le braccia piegate sue fianchi conferiscono solennità, la figura è all’interno di una cortina di nuvole a forma di mandorla. Il volto è avvolto dai capelli e la barba, il viso è privo di rughe e lo sguardo è severo. Quattro righe di greco in alto a sinistra e sei righe di latino in alto a destra: “Ego sum … me.”. In basso a destra entro una tavoletta: “L Suavius/​​Leod Inve/et Tipogr” a sinistra 1548.  Numero 12 nell’angolo basso a destra e una f nell’angolo basso a sinistra.

Impressione eccellente. Ottimo stato di conservazione. Rifilata alla battuta del rame. Stato: II/II con data.

Bibliografia: Hollstein 9.

Prezzo: € 200,00