Project Description

Lambert Zutman, detto Suavius
(Liegi 1510 – Francoforte 1567)

San Matteo, 1547

Bulino
misure: mm 195 x 91

Pittore, incisore, architetto e tipografo. Poco sappiamo riguardo la sua formazione artistica, figlio o nipote dell’orafo della cattedrale di Liegi, iniziò gli studi presso il cognato, il pittore Lambert Lombard (Liegi 1506 – 1566) e si specializzò nel bulino ma utilizzò anche l’acquaforte e la puntasecca. Si ricorda il prestigioso contratto eseguito ne 1553 con il famoso stampatore ed editore Christophe Plantin (Saint-Avertin, 1520 – Anversa, 1589) per l’esclusiva nella commercializzazione della sua serie di Cristo e gli apostoli incisa fra il 1545 e 1548. Eseguì anche una serie di vedute di Roma e una serie di Imperatori dell’epoca classica. Le sue opere sono caratterizzate da un tratto fine e raffinato, le figure allungate sono una sua caratteristica mutuata del gusto manierista. La presenza di rovine nelle sue composizioni nasce dalla sua passione per le antichità coltivata grazie al viaggio in Italia compiuto intono al 1540-50.

In questa stampa, numero 7 dalla serie Cristo e gli Apostoli, viene rappresentato San Matteo. Il santo viene rappresentato a figura intera e di profilo girato a destra. È un uomo maturo, muscoloso, la testa coperta da uno zuccotto, la mano destra poggia su un blocco in pietra e ha le gambe accavallate. Con l’altra mano regge un libro e il suo sguardo pare assorto nel filo dei pensieri o nella lettura. La scena si svolge tra le arcate in rovina di una sorta di colosseo, ciuffi d’erba testimoniano lo stato di rovina. In basso, in lastra, a sinistra “SUAVIUS IN/ 1547”, a destra il numero 7.

Impressione eccellente. Ottimo stato di conservazione. Rifilata alla battuta del rame. Stato: II/III con firma estesa.

Filigrana: “vaso con fiori”.

Bibliografia: Hollstein

VENDUTO