Project Description

Mario Nigro
(Pistoia 1917 – Livorno 1992)
m nigro 78
Serigrafie
misure: cm 50 x 50
Artista poliedrico e concettuale che grazie alle sue origini -il padre laureato alla Normale e insegnante di matematica, la madre figlia di un ufficiale Garibaldino di nobili origini fiorentine- si interesserà alla matematica, politica, musica e all’arte. Nel 1929 la famiglia si trasferisce a Livorno e a sedici anni inizia a dipingere da autodidatta trasformando in chiave espressionista e metafisica il clima ancora legato allo stile macchiaiolo. Parallelamente allo studio artistico nel 1941 si laurea in Chimica presso l’Università di Pisa, e nel 1947 consegue la seconda laurea, in Farmacia. Durante la guerra Nigro concepirà l’arte come espressione di libertà e di sentimenti, nel 1945 assieme ad altri artisti livornesi fonda il G.A.M Gruppo artistico moderno. Inizialmente si rifà ai lavori di grandi artisti italiani come Mario Sironi (Sassari 1885 – Milano 1961) e Giorgio De Chirico (Volo 1888 – Roma 1978) per poi aderire sempre più ad una forma di astrattismo, ad una pittura nutrita dalla formazione scientifica e musicale. Nel 1949 aderisce al MAC Movimento Arte Concreta fondato a Milano da Gillo Dorfles (Trieste 1910 – Milano 2018) è inizia creare una pittura non-oggettiva, il suo astrattismo inizia ad avere una forma reticolare. I lavori di questi anni, come il ciclo dei Ritmi continui simultanei e dei Pannelli a scacchi, trovano consenso a Parigi. Nigro sarà invitato ai saloni parigini di Réalités Nouvelles del 1951 e del 1952. Nel 1958 si trasferisce a Milano e negli anni successivi esporrà in diverse gallerie e presso la Biennale di Venezia. A partire dagli anni Settanta la sua pittura si fa optical e minimal, le forme sono essenziali e vengono contaminate dall’architettura.
In questa cartella di 5 serigrafie su cartoncini di colori differenti ognuna sovrapposta da foglio di acetato serigrafato, le linee costruiscono la forma, lo spazio e il linguaggio stesso dell’artista. Tirate da Alberto Ribichini a Castelpiano, Ancona. Carta tipo murillo delle cartiere Fabriano. Tiratura di 100 esemplari più una, P.A. Editore barradue /2 arte contemporanea. Nel colophon si afferma che le matrici sono state distrutte.  Ogni foglio è firmato e siglato P.A., timbro a secco nell’angolo inferiore destro. Sul secondo piatto della cartella dedica a matita, datata Aprile 1980, dell’autore a Pietra, titolare della Galleria d’arte Sansoni, Pavia.
Bibliografia generale per l’autore: www.marionigro.it
Prezzo: € 750,00 (Cartella)