Project Description

Paul Gauguin
(Parigi 1848 – Hiva Oa 1903)

Femme au figues, 1899

Acquaforte
misure: mm lastra 270 x 420; foglio 480 x 640

Pittore francese considerato uno dei massimi esponenti del Post-Impressionismo. Nacque a Parigi, ma la sua famiglia si trasferì in Perù quando era un bambino. Una volta tornato in Francia a causa della morte del padre, si imbarcò nella marina mercantile, e per un periodo lavorò come agente di cambio. Iniziò a dipingere nel tempo libero, ma  questo suo interesse divenne ben presto un lavoro. Nel 1876 una delle sue opere fu accettata al Salon di Parigi e qui incontrò Camille Pissarro e il lavoro degli impressionisti. Nel 1879 fu invitato a esporre alla quarta mostra del gruppo e il suo lavoro affiancò quelli di Pissarro, Edgar Degas, Claude Monet e altri artisti. Nel 1883, terminato il suo lavoro da agente di cambio e separatosi dalla moglie, si rifugiò in Bretagna per sfuggire alla metropoli e per indagare e studiare un luogo che era riuscito a mantenere la sua dimensione senza contaminazioni. Nello 1888 Gauguin trascorse alcune settimane ad Arles, nella casa del suo amico Van Gogh, ma le loro divergenze portarono ad una discussione, van Gogh lanciò un rasoio su Gauguin, che fece terminare il sodalizio. Sempre per allontanarsi dagli stereotipi della società europea nel 1891 si recò a Tahiti per ricercare una libertà ormai lontana e per ritrovare la sua creatività, ma rimase deluso dalla colonizzazione dell’isola cosi che decise di stabilirsi tra popoli nativi. Durante questo periodo realizzò molte opere, fu affascinato dai costumi e dai colori, inoltre crebbe in lui un interesse per le stampe giapponesi. Tornato in Francia del 1893 mostrò i suoi lavori ma la critica e i pubblico si divisero, il suo stile primitista non venne apprezzato, così nel giro di pochi anni rientrò nella Polinesia francese creando uno dei suoi ultimi capolavori Da dove veniamo? Cosa siamo noi? Dove stiamo andando?, rappresentazione del ciclo della vita umana.

Questa stampa ha una genesi controversa in quanto prima attribuita (Guerin n88) al pittore e incisore francese Armand Seguin (Parigi 1869- Chateauneuf-du-Faou 1903) caro amico di Gauguin, poi per somiglianze stilistiche con altre figure femminili bretoni a Gauguin. Oggi è documentato che Gauguin incise la figura femminile e i frutti, Seguin il fondo e ha curato la morsura della lastra. Nel foglio attraverso un tratto deciso e marcate linee di contorno viene rappresentata una donna seduta davanti ad una tavola sulla quale, come in una sorta di natura morta, troviamo una ciotola, fichi e del pane. Il suo sguardo è rivolto a destra dove si scorge un boschetto di alberi e sullo sfondo una piccola imbarcazione a vela.

Ottimo stato di conservazione. Ampi margini oltre la battuta del rame. Tiratura moderna dalla lastra biffata, in 400 esemplari. Esemplare nel III/III stato, con un invisibile segno di biffatura e molte zona d’ombra cancellate. Carta con filigrana: Ingres, AVS; Canson et Mongolfier France. Il foglio reca il montaggio de Il Mercante di Stampe di Marcello e Rosalba Tabanelli.

Bibliografia: Augustoni 15, Kornfeld 25.

Prezzo: € 1000,00