Project Description

Emanuele Brugnoli
(Bologna 1859 – Venezia 1944)

Bacino S. Marco, 1921

Acquaforte
misure: mm 148 x 223

Vedutista e incisore italiano. Si forma all’Accademia di Belle Arti di Bologna dove è allievo dello scenografo Valentino Solmi (1810-1877). Alla fine degli anni Settanta compie il primo viaggio a Venezia, l’incontro con questa città è fatale e Brugnoli la elegge a sua nuova dimora. Qui si specializza nell’acquerello riproducendo gli angoli e gli scorci dell’amata città. Nel 1861 si reca a Londra per l’Esposizione degli acquerellisti italiani e partecipa a numerose altre mostre sia all’estero che in Italia. Brugnoli viene ricordato anche per le sue numerose acqueforti caratterizzate da un tratto arioso e una cura maniacale per i particolari. Perfeziona uno stile personale che traduce sulla lastra le abbaglianti luci e le atmosfere poetiche della laguna che egli coglie con il suo occhio emozionato.

L’atmosfera e la maestosità di Venezia, vengono rappresentate dall’artista attraverso una scena di vita quotidiana; lungo il molo vediamo diverse persone, soprattutto donne e bambini, alcune stanno raggiungendo un pontile per aspettare la gondola che le porterà sull’altra sponda mentre un gruppetto sta scendendo dal pontile stesso per continuare la passeggiata sul molo. L’acqua della laguna occupa gran parte della lastra; le acque increspate, tracciate con tratto lungo e vibrante, sono solcate da una grande barca a vela. Gli edifici del bacino di San Marco, simbolo della città, sono indagati con un tratto leggero, sembrano avvolti da un atmosfera grigio-argentea che conferisce solennità alla composizione e il loro tremolante riflesso si legge sulla superficie dell’acqua. In basso a sinistra firma incisa.

Impressione eccellente, dai neri intensi. Ottimo stato di conservazione. Ampi margini oltre la battuta del rame. A matita in basso, oltre l’immagine “81, E Brugnoli inc e imp 1921”

Bibliografia: A. M. Comanducci, Pittori italiano dell’Ottocento, Milano 1934.

Prezzo: RISERVATO